Un altro passo verso Campo Base: Dingboche

Ciao Amici,

ieri (vi scrivo con un giorno di ritardo perché come potete immaginare la connessione non è dellemigliori in questi angoli nascosti del globo) sono arrivato Dingboche, proseguendo così il percorso di avvicinamento verso Campo Base.

Qui ho preso accordi con la signora che a costruito il Chorten (paragonabile a una nostra cappella per chi non lo sapesse) che a sua volta ha preso accordi che officerà la Puja (cerimonia religiosa paragonabile a una novena).

In soldoni, io, nel senso della mia testa ma con il coinvolgimento ti piedi, pancia e cuore, ho creduto e pensato che fosse opportuno ricordare il Mario Merelli proprio nei luoghi delle nostre scorribande Himalayane. E quale luogo migliore del campo di Chorten commemorativi di tanti altri Himalaysti partiti anzitempo che si trova a mezz’ora da Lobuche, che a sua volta si trova ad un giorno di distanza dal Campo Base per salire l’Everst?

Oggi apporrò alcune targhe alla memoria di Mario e presenzierò alla Puja in suo onore,
ci sentiamo più tardi per racconti e foto.

Marco, lo Zaffa, Zaffaroni