Category Archives: Uncategorized

TI TA SET BUN NO

Gli anglofoni si lavano la bocca con sta parola Challenge traducibile con l’italianissima parola sfida, io
sinceramente non sono uno troppo da sfide o per lo meno messa così è una cosa che mi lascia
indifferente.

Ma quando il Giacomo che dall’alto della sua terza elementare sapeva come fare per farmi
fare una cosa diceva “ti ta se bun no”; (n.d.r. tu non sei capace), a me partiva la bestia: ”decido io se
non sono capace, adesso ti faccio vedere
”, e di solito me la cavavo, e lui dal canto suo con questa
formuletta magica riusciva sempre a raggiungere il suo scopo, farmi fare quello che voleva lui.


Quando ho scoperto l’everesting ho pensato questa non è proprio roba per me questa è roba per criceti
per gente che si vuol far male e poi che noia, ma poi dentro di me la sua vocina “Ta diset insci perchè ti
ta se bun no!
” Dici così perché…”. E no adesso che non ci sei più ti metti a sfidarmi anche nelle cose
sportive che non ti sono mai interessate? Ma tant’è che la vocina ha tanto insistito, che alla fine
l’Everesting in bici è stato fatto e sinceramente non ci siamo neppure annoiati molto. Soprattutto la
cosa più importante è che questo nostro su e giù ha portato anche qualche gradita donazione a sostegno
delle iniziative della Bistari Bistari.


Allora perché non riproporre l’iniziativa, perché non accettare il guanto di sfida dei nostri simpatici
amici australiani, questa volta però vogliamo cambiare un po’ le carte in tavola, niente scarpette da trail,
niente amati sci. Gli 8848m d+ si fanno con gli Skiroll. Da Piode all’Alpe Meggiana (Val Sesia).
Sabato 4 settembre io e il Simone Musazzi ci proviamo a spingere i nostri sci a rotelle per raggiungere
gli 8848 dell’amato Everesting. Lui sicuramente con un piglio più da atleta serio qual’è rispetto al mio
che rimane quello del gitante senza pretese. La scopo resta lo stesso condividere con un amico,
raccogliere offerte (cliccate qui per le DONAZIONI) per il nostro ospedale e, per me, non darla vinta al Giacomo.

Marco, lo Zaffa, Zaffaroni

100km: un giro per Kalika

Domani la “100km: un giro per Kalika”, è la prima volta che lo Sport in Festa organizza un evento con un numero così alto di staffettisti e siamo sicuri che sarà una grande festa!
Lo scopo dietro questa staffetta è benefico, vogliono aiutarci nel goal del mantenimento del Kalika Family Hospital, una struttura sanitaria nel Dolpo, la regione più povera del Nepal.
Mai come oggi hanno bisogno del nostro aiuto e anche una piccola offerta può fare la differenza.

Per iscrizioni scrivi a info@friesianteam.com

A questo link puoi donare con pochi click alla campagna GoFundMe: https://gofund.me/29815237
Grazie mille e ci vediamo in pista!

Lettera aperta di Massimo De Ponti per Bistari Bistari Onlus

Abbiamo ricevuto una lettera dal triatleta, e soprattutto amico, Massimo De Ponti, e la vogliamo pubblicare qui integralmente:

“Vorrei inziare chiedendo scusa a tutti quelli che si sono ritenuti offesi a causa della mia riammissione in classifica durante i campionati italiani di triathlon sprint a Riccione lo scorso primo ottobre, ma con tutta sincerità ero davvero convinto di aver perso quella “dannata” cuffia durante le ultime fasi della frazione a nuoto, dove ero entrato in contatto con diversi atleti proprio poco prima di uscire dall’acqua ( come ho dichiarato ai giudici all’arrivo). Quel giorno indossavo due cuffie, una mi è rimasta in mano dopo essermele tolte, l’altra è caduta ma non me ne sono accorto se non dopo aver visto il video dell’uscita dall’acqua.

Pur rispettando il regolamento ritengo che una squalifica sarebbe comunque stata eccessiva nei miei confronti per un errore del genere, dal quale non ho tratto vantaggio né ho danneggiato altri concorrenti, per questo credo di essermi meritato il terzo posto finale.

Nonostante ciò, forse per sentirmi a posto con la coscienza o per una questione di karma (valutate voi), ho ritenuto giusto devolvere in beneficenza il premio in denaro di quel giorno alla “Bistari bistari onlus”, un’associazione fondata da Marco Zaffaroni (presidente del Friesian Team, la società in cui sono cresciuto)e da altre persone di Cesate, il mio paese, che opera nel Dolpo, una regione molto povera del Nepal, a tre giorni di cammino da Katmandu.

Fin ora è riuscita nell’impresa di costruire un piccolo presidio ospedaliero, il Kalika Health Hospital, che è attualmente l’unica struttura sanitaria fissa e con personale specializzato nella regione, alla quale affluiscono pazienti distanti fino a cinque giorni di viaggio a piedi. È una piccola struttura ma si sta lavorando per dotarla di una macchina per effettuare radiografie.

Bistari Bistari è inoltre impegnata nella costruzione di una scuola nelle vicinanze di Katmandu, zona che è stata molto danneggiata a seguito del noto terremoto dell’aprile 2015. I lavori sono ancora in corso ma si prevede di realizzare una struttura che ospiti 400 alunni più insegnanti.

Per chiunque volesse contribuire con una donazione o volesse tenersi aggiornato sull’operato della onlus, può trovare tutti i contatti sul sito bistaribistari-onlus.it oppure sulla pagina Facebook  Bistari Bistari ONLUS.

Spero con questo di essere riuscito a trasformare un mio errore in qualcosa di buono. Grazie a tutti!”

firmato Massimo De Ponti

E caro Massimo, apprezziamo immensamente il tuo gesto!

id_1592_2007hamburgbgtriathlonworldchampionshipsu23men20070831_4229__medium