Tag Archives: gofundme

TI TA SET BUN NO

Gli anglofoni si lavano la bocca con sta parola Challenge traducibile con l’italianissima parola sfida, io
sinceramente non sono uno troppo da sfide o per lo meno messa così è una cosa che mi lascia
indifferente.

Ma quando il Giacomo che dall’alto della sua terza elementare sapeva come fare per farmi
fare una cosa diceva “ti ta se bun no”; (n.d.r. tu non sei capace), a me partiva la bestia: ”decido io se
non sono capace, adesso ti faccio vedere
”, e di solito me la cavavo, e lui dal canto suo con questa
formuletta magica riusciva sempre a raggiungere il suo scopo, farmi fare quello che voleva lui.


Quando ho scoperto l’everesting ho pensato questa non è proprio roba per me questa è roba per criceti
per gente che si vuol far male e poi che noia, ma poi dentro di me la sua vocina “Ta diset insci perchè ti
ta se bun no!
” Dici così perché…”. E no adesso che non ci sei più ti metti a sfidarmi anche nelle cose
sportive che non ti sono mai interessate? Ma tant’è che la vocina ha tanto insistito, che alla fine
l’Everesting in bici è stato fatto e sinceramente non ci siamo neppure annoiati molto. Soprattutto la
cosa più importante è che questo nostro su e giù ha portato anche qualche gradita donazione a sostegno
delle iniziative della Bistari Bistari.


Allora perché non riproporre l’iniziativa, perché non accettare il guanto di sfida dei nostri simpatici
amici australiani, questa volta però vogliamo cambiare un po’ le carte in tavola, niente scarpette da trail,
niente amati sci. Gli 8848m d+ si fanno con gli Skiroll. Da Piode all’Alpe Meggiana (Val Sesia).
Sabato 4 settembre io e il Simone Musazzi ci proviamo a spingere i nostri sci a rotelle per raggiungere
gli 8848 dell’amato Everesting. Lui sicuramente con un piglio più da atleta serio qual’è rispetto al mio
che rimane quello del gitante senza pretese. La scopo resta lo stesso condividere con un amico,
raccogliere offerte (cliccate qui per le DONAZIONI) per il nostro ospedale e, per me, non darla vinta al Giacomo.

Marco, lo Zaffa, Zaffaroni

Boa Vista Ultra Marathon in solitaria

Sabato 24 aprile alle ore 7:00 il “padre” e ideatore della Boa Vista Ultra Trail, Piergiorgio Scaramelli partirà in solitaria dalla piazza di Sal Rei in Boa Vista per percorrere i 150km della Boa Vista Ultra Marathon, aderendo alle regole della competizione, avendo quindi la possibilità di riempire le borracce d’acqua solo ai checkpoint della gara che degli amici presiederanno, per il resto sarà in autonomia alimentare e con l’obiettivo di completare i 150km fra oceano e deserto sotto le 40 ore.

Il nostro amico Pier vuole cimentarsi in questa prova sportiva per promuovere e sensibilizzare più persone possibile a donare alla nostra Bistari Bistari ONLUS, per sostenerci nel nostro progetto di mantenere attivo il Kalika Family Hospital, l’ospedale nel Dolpo, la regione più povera e remota del Nepal.

Specialmente in questi tempi di covid abbiammo bisogno del vostro aiuto e di quello dei nostri amici che organizzano questi eventi spettacolari e raccolgono fondi sulla nostra pagina di Go Fund Me, donare è semplicissimo: gf.me/u/zh6s7v e sappiate che anche un euro può fare la differenza! Grazie a tutti di cuore, vi mandiamo un grande abbraccio e buona corsa Pier!

Le marathonien italien Piergiorgio Scarameli croise un Malien avec son enfant à dos d’âne le 03 décembre, au cours de la 02e de la 04e Desert Cup qui se déroule au Sud du Mali du 02 au 04 décembre. 150 marathoniens vont couvrir une distance de 179 kilomètres en une seule épreuve de trois jours et de trois nuits. Après quatre années d’existence dans les régions du Moyen-Orient, la Desert Cup 2003 a lieu au Mali. AFP PHOTO PIERRE VERDY AFP PHOTO AFP/PIERRE VERDY/LAB-PV/vn

Criceto Day per Bistari Bistari

Come durante lo scorso anno non abbiamo avuto molte possibilità per le nostre usuali raccolte di fondi, niente mercatini e niente eventi, come sappiamo tutti, causa di questo maledetto nemico invisibile.

Torniamo quindi a rispolverare la novità del 2020, il nostro caro GoFundMe. Ma anche qui essere in zona rossa complica piani ed eventi, quindi per stare al sicuro il nostro Zaffa ha deciso di lanciare il primo “Criceto Day” il 3 aprile, e di approfittare della pista di Cesate (così da non infrangere la zona rossa), e skirollare la lingua di asfalto di 680 metri tante volte da raggiungere i 100km. Sì, non abbiamo sbagliato a scrivere, sono 147 giri e rotti.

Rispettare le regole è importante, quindi se volete passare per un saluto e dare un’occhiata a questa “impresa” sportiva bislacca, ricordatevi che potete passare al centro sportivo solo facendo attività sportiva!

Che dire, non possiamo dire “vi aspettiamo numerosi”, ma speriamo che questo “Criceto Day” e lo sforzo che lo Zaffa metterà in pista il sabato prima di Pasqua, possa sensibilizzare gli appassionati di skiroll e sci fondo a donare alla nostra campagna di GoFundMe, perché i nostri amici in Nepal ne hanno davvero bisogno.

Grazie in anticipo e donate a questo link: gf.me/u/zh6s7v

Per le foto ringraziamo la modella Ginger, il fotografo Andrea Carlone che potete trovare su Instagram @andrecarlo48 e Masters e Ski Skett per i materiali!