Tag Archives: Kalika

Ospedale di Kalika, belle sorprese e una nuova sfida

Eccomi qui con il mio solito tempismo, non certo adatto al mondo dei social, ma cosa devo dirvi… Un po’ mi faccio prendere dalla pigrizia da scrittura ed un po’ la vita caotica mi fagocita ogni volta che rientro dal Nepal. Ma due parole e una riflessione su passato, presente e futuro del nostro presidio sanitario a Kalika le posso e devo fare.

Ormai sono dieci anni che l’ospedalino è in funzione e dodici che io e Francesco frequentiamo la regione del basso Dolpo.

Siamo ancora increduli che ora ci sia una strada che dall’aeroporto di Jupal a spizzichi e bocconi, cambiando tre volte quelle improponibili jeep che possono scorazzare così allegramente solo in Nepal, camminando per alcuni tratti, si riesce ad arrivare a Tribani, e da lì in tre comode ore di simpatica salita si arriva a Kalika. comunque tutto in una giornata anche se un po’ lunghina come giornata, i 2/3 giorni di trekking sono ormai un bel ricordo. Bella faccenda e comodità, certo, la gita non è più romantica come al principio ma noi contro i tempi moderni e la storia mica possiamo andare, e poi parliamoci chiaro noi a casa nostra ce la scialiamo in autostrade e loro devono rimanere su scomodi sentieri perché noi abbiamo bisogno di fare una gita a piedi per ritrovarci ed essere felici. Sarebbe un po’ egoista, non vi sembra?

Inoltre questa modernità ha portato ancora più pazienti alla struttura.

Da aprile a Kalika è arrivato un nuovo medico di grande esperienza riguardo la medicina di frontiera, ed in pochi mesi ha dato la sua impronta alla struttura, ora sembra organizzata bene o almeno molto più vicina ai nostri parametri.

Tant’è che alla sua richiesta di poter avere energia elettrica e acqua calda 24/7 non ci siamo sentiti di dire che per noi già è complicato racimolare i denari per il budget annuo, ma abbiamo promesso che valuteremo attentamente il progetto e il relativo preventivo per fornire la struttura di un impianto fotovoltaico adatto alle esigenze del nostro bel ospedalino.

Restate in attesa degli sviluppi di questa nostra nostra piccola, grande, sfida.

Marco, lo Zaffa, Zaffaroni

Correndo per Kalika 2019

Giovedì 20 giugno ti aspettiamo a Cesate per l’ormai classicissima “Correndo per Kalika” che darà il via allo Sport in Festa di Cesate.

Il ricavato andrà devoluto alla nostra onlus quindi un’ottima occasione per trovarsi in compagnia, fare sport e soprattutto fare del bene!

In più il percorse costituito da due anelli da 5km è immergo nella natura del Parco delle Groane, con due punti di ristoro e un ricco buffet all’arrivo.

Ricordatevi che la partenza è fissata per le 20:00 di giovedì, con il ritiro pacchi gara dalle 19:00 al Centro Sportivo di Cesate. Per maggiori info e iscrizioni CLICCATE QUI

Nell’impronta di Mario Merelli

Sabato 15 giugno ti aspettiamo al Centro Culturale Giovanni Testori di Vertova per una giornata in compagnia e attorno ai temi di montagna, Nepal, beneficenza e ricordo.

L’evento inizierà alle 16:00 con attività parallele. Avrai l’opportunità di assistere alla mostra fotografica “Le imprese di Mario e l’ospedale di Kalika” mentre in parallelo ci sarà la possibilità di fare attività di arrampicata e svago per i più piccoli unito a un ottimo gelato.

Alle 18:30 si prosegue con la cena con piatti tipici bergamaschi e nepalesi per un ottimo mix a tutta montagna!

Si chiude con lo spettacolo teatrale “Non è (che) un’Avventura” interpretato e curato dal nostro Marco Zaffaroni.

Insomma, un’opportunità da non perdere per passare una giornata in compagnia e montagna e fare del bene, perché tutto il ricavato verrà devoluto all’ospedale Kalika!

Post di fine anno

Siamo arrivati ai titoli di coda per quest’anno, ma prima di buttarci a capofitto nel 2019 pensiamo sia di dovere un post per salutarci, tracciando un bilancio del 2018 e raccontandovi delle nostre ultime iniziative. Abbiamo ben pensato di partire da ottobre, data del nostro ultimo sopralluogo in Nepal.

Ero curioso di capire com’era la situazione della strada da Jupal a Kalikaracconta lo Zaffavisto che i lavori di costruzione della strada proseguono e ora la strada c’è, anche se non ancora ultimata, ma il traffico veicolare è per il momento insignificante. Comunque è chiaro che a breve il romantico e avventuroso trekking verso il nostro ospedale sarà solo un ricordo. Ma posso dire con sicurezza che io e il amico Ciccio abbiamo assistito a cambiamenti davvero epocali nella regione del Dolpo“.

Il sopralluogo all’ospedale di Kalika è andato bene, in un anno, mediamente le visite effettuate sono fra le 10 e le 12 al giorno, le degenze sono limitate a casi molto seri, ma a prescindere non si protraggono oltre qualche giorno.

Ospedale Kalika

I costi annuali dell’ospedale sono di 51000 euro, e comprendono il mantenimento della struttura, gli stipendi del personale e l’acquisto dei medicinali.

Per quanto riguarda la scuola avevo la necessità di tornare per vedere con i miei occhi – continua lo Zaffa che anche l’ultimo dei tre stabili con quattro aule e i servizi fossero completati. E pur non trovando gli alunni, sapevo che era un periodo di vacanza, siamo stati piacevolmente colpiti perché i lavori sono stati terminati ad arte, senza contare il fatto che è evidente che le strutture sono state utilizzate e vissute“.

Sempre relativamente alla scuola i lavori sono stati ultimati proprio ad ottobre, prima della visita della nostra delegazione. La scuola ospita circa 400 alunni (divisi su tre turni) in 10 aule. Abbiamo costruito anche una sala professori per i 12 insegnanti che si alternano nella scuola, quindi possiamo dire che questo progetto è andata a buon fine ed è già in funzione.

Il vostro sostegno è per noi fondamentale e con la nostra ultima iniziativa “Noi per il Nepal, il Nepal per noi“, la corsa benefica del 26 dicembre abbiamo raccolto 1850 euro grazie alla generosità dei 233 partecipanti.

Buon anno da Bistari Bistari Onlus e a prestissimo!

L’ecografo è arrivato sano e salvo a Kalika

Quest’anno ci sono, come avrete capito molto probabilmente dalla mancanza di comunicazioni,  “piccoli problemini” di connessione qui in Nepal.

Comunque eccoci di ritorno dal sopralluogo all’ospedale di Kalika, dove le cose sembra che vadano proprio bene, non posso che dirmi soddisfatto, anche perché l’ecografo è stato super apprezzato e messo immediatamente in funzione, devo ammetterlo, il dottore è proprio in gamba! Il fenomeno si è pure sposato con una delle infermiere, tanti auguri!!!

Abbiamo anche ricevuto i ringraziamenti per l’ecografo da una delegazione femminile, tutto molto bello ed emozionante! La costruzione della strada che risale il fiume verso la capitale Dunai prosegue e sorvoliamo sulle nostre considerazioni quasi esclusivamente emotive e di cuore…

Marco, lo Zaffa, Zaffaroni

Luci di solidarietà

Sabato 28 gennaio c’è la possibilità di divertirsi in montagna, scoprire qualcosa in più sul Nepal e farsi una bella mangiata in compagnia. E tutto questo con uno scopo benefico, quindi che chiedere di più?

Il ritrovo è fissato a Costa Valle Imagna, in provincia di Bergamo, alle ore 15:00 con la proiezione di un documentario relativo al Nepal, con la presenza, ma soprattutto la presentazione, di Marco Zaffaroni, che racconterà la sua esperienza da gitante sull’Everest del 2015.

Da qui si partirà poi per Valcava, e la fiaccolata inizierà alle 17:45. Dopo mezz’oretta buffet offerto dal gruppo alpini di Carenno presso il rifugio di Monte Tesoro, mentre la fine della fiaccolata è prevista per le 19:30, poi tutti al Ristorante “da Fausto” per una cena tipica in compagnia.

Per info e prenotazioni date un’occhiata al volantino:

A Kalika abbiamo conosciuto un nuovo medico pieno di speranze

Siamo a Katmandu e quindi eccovi alcune foto fresche, fresche da Kalika e dalla nostra camminata nel Dolpo.

Ma prima veniamo alle presentazioni, come detto nei giorni scorsi abbiamo conosciuto il nuovo giovane e rampante medico. Purtroppo il nome è impronunciabile, e come mi capirete anche molto difficile da scrivere. Sempre che si possa scrivere!

img-20161018-wa0002

Il giovane comunque si è laureato e poi specializzato in rianimazione a Kiev (sì, in Ucraina!), ha 28 anni e una gran voglia di fare. Oltretutto ha le idee molto chiare, ha ripulito e risistemato i locali dell’ambulatorio, del laboratorio e della farmacia in maniera impeccabile, ma soprattutto impensabile per gli standard nepalesi.

Ora il nostro compito è quello di non fargli svanire l’entusiasmo. Ci ha chiesto un apparecchio per le radiografie e uno per gli ultrasuoni, e noi cercheremo assolutamente di accontentarlo!

Per quanto riguarda la nostra gita, come già detto, siamo arrivati a Katmandu questa mattina, mentre domani cominceremo ad avvicinarci a Thumi in auto, mentre il giorno successivo dovremmo arrivare sul posto per incontrare professori e studenti della scuola.

img-20161018-wa0001

Ieri Kalika, oggi Jupal e domani Katmandu

A causa di problemi tecnici con i voli siamo stati costretti a ripartire in fretta e furia da Kalika, quindi oggi siamo già tornati a Jupal.

Nonostane il poco tempo trascorso nell’ospedale di Kalika possiamo tranquillamente ammettere di essere soddisfatti, perché nel tempo trascorso nella struttura, sia io che i miei compagni di viaggio abbiamo avuto davvero un’ottima impressione, quindi abbiamo lasciato Kalika positivi come non mai.

Domani arriviamo a Katmandu, e da lì riuscirò a mandarvi delle foto aggiornate e non dovrete accontentarvi di quelle di repertorio.

Marco

dsc03069

Nuove strade e nuovi dottori. Eccoci a Kalika

Scusate le 24 ore di assenza, ma dove ci siamo fermati a dormire durante il tragitto per Kalika non c’è campo. Ma in compenso hanno la televisione… Stranezze nepalesi!

Comunque poco prima dell’imbrunire siamo arrivati a Kalika, dove abbiamo incontrato il nuovo medico giovane e attivissimo, che ha preso il posto dell’altro che ha invece deciso di tornare alla vita accademica riaprendo i libri per studiare ancora.

Con l’arrivo di questo giovinastro (28 anni per lui) sembra essere arrivata una ventata di rinnovamento. Anche se vogliamo vederlo all’opera prima di fargli troppi complimenti.

Un’altra bella novità è che la strada carrozzabile ora arriva sino a Triban, il villaggio che si trova all’attacco della valle per Kalika, e da qui andrà verso . Che dire, queste sono svolte epocali che ci fanno sperare in bene, ma ci fanno anche capire che siamo invecchiati!img_0575

Siamo arrivati a Jupal, ora inizia la camminata verso Kalika

Ognuno sfrutta come meglio crede il tempo che trova a sua disposizione: c’è chi studia tomi di medicina per tenersi sempre aggiornato, e chi recupera il sonno perduto.

img-20161013-wa0010

Ieri siamo volati a Nepalgunj, mentre stamattina all’alba siamo partiti in direzione di Jupal. E vi dirò di più, siamo riusciti a partire con il primo volo della mattina, fatto più unico che raro visto l’efficienza delle compagnie aeree nepalesi.

Questa mattina, dopo un ottimo tè al pepe è quindi partita la nostra festosa passeggiata verso Kalika, quindi cari amici per un po’ dovrete accontentarvi esclusivamente dei testi che invierò via SMS e delle foto di repertorio. Per le immagini fresche, vista la mancanza di una connessione internet, dovrete aspettare il nostro ritorno a Katmandu. Ma vi prometto che ne faremo un sacco!

Marco